Carlo Vannini

Carlo Vannini è il fotografo di tutti gli oggetti che fanno cultura: opere d’arte, reperti archeologici, restauri, strutture architettoniche, scorci urbanistici, ma anche manufatti all’apparenza privi di nobiltà ma abitati da un forte senso della storia.
Nasce a Reggio Emilia nel 1956. Dopo una breve esperienza amatoriale, matura una forte passione per la riproduzione professionale di opere d’arte, che lo accompagna in coinvolgenti avventure di documentazione del restauro, con la progressiva acquisizione di tecniche fotografiche quali ultravioletti, infrarossi, luce radente, luce trasmessa e luce a specchio.
Dal 1983 realizza illustrazioni per cataloghi e fotografie pubblicitarie still life ed è riconosciuto come uno dei maggiori fotografi d’arte in Italia.
È insegnante di Fotografia per i Beni Culturali all'Accademia di Belle Arti di Bologna e ha realizzato fotografie per cataloghi e libri d’arte di alcuni dei più importanti editori italiani: Allemandi, Federico Motta, Franco Maria Ricci, #logosedizioni, Mazzotta, Skira, Silvana Editoriale.
Nel dicembre del 2015 ha iniziato una campagna fotografica, completata nel maggio del 2016, in gigapixel in scala 1:1 della Cappella Sistina. Questa tecnica consiste nel realizzare mosaici di fotografie digitali in alta risoluzione in sequenza e nella quantità necessaria per raggiungere la dimensione voluta, poi montate da appositi software di stitching in un'unica immagine. L’impresa è culminata nella pubblicazione del libro in tre volumi in edizione limitata La Cappella Sistina (Scripta Maneant 2016).
Dal 2014 collabora con Ivan Cenzi alla collana Bizzarro Bazar, edita da #logosedizioni, per cui fotografa oggetti e manufatti insoliti e perturbanti, le meraviglie “nascoste” della nostra penisola. I volumi attualmente pubblicati includono La veglia eterna. La cripta dei Cappuccini di Palermo (2014), De Profundis. Il cimitero delle Fontanelle di Napoli (2015), Mors Pretiosa. Ossari religiosi italiani (2015), Sua Maestà anatomica. Il museo Morgagni di Padova (2016).