immagine profilo


"Carlo Vannini entra nelle opere e dá loro un ' altra vita"

Tiziano Ghirelli, Direttore dell'Ufficio Diocesano beni culturali


"..egli si é lasciato trascinare dalla suggestione dell' opera e l' ha interrogata, ha cercato negli arcani delle sue forme una risposta. Ne sono uscite fotografie di grande fascino, dove é possibile comprendere il dialogo segreto della mano dello scultore con la materia..."
Massimo Mussini, Ordinario di storia dell' arte moderna all'Universitá di Parma


"dalla sua insoddisfatta ricerca di perfezione sono usciti volumi seducenti di documentazione e insieme di intelligente interpretazione fotografica, densi di spunti che aprono su prospettive inconsuete, dettagli nascosti, spiragli inattesi e nuove angolazioni."
Angelo Mazza, direttore della Galleria Estense di Modena


"Carlo Vannini ha scoperto l’inconscio delle opere d’Arte, e cosí attraverso le sue fotografie ci ha fatto conoscere segreti prima nemmeno immaginabili […]."
Vittorino Andreoli , psichiatra e scrittore.


"Vannini compie, attraverso il mezzo fotografico, una rilettura critica e poetica dell' opera, consegnandoci una nuova possibilitá di vedere, un nuovo sapere, un sentimento nuovo con cui possiamo accostarci ad essa […] la scultura vive di luce e di ombra, che alternativamente ci nascondono o ci rivelano qualcosa"
Sandro Parmiggiani, Direttore di Palazzo Magnani, Reggio Emilia